Che cos’è PagoPA e quali servizi offre a cittadini e imprese

Che cos'è PagoPA e quali servizi offre a cittadini e imprese

PagoPA: che cos’è e come funziona?

PagoPA, società partecipata dallo Stato attraverso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, sottoposta alla vigilanza del Presidente del Consiglio, è uno dei pilastri della strategia di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. La società, infatti, nasce nel 2019 con l’obiettivo di progettare e costruire le infrastrutture digitali dello Stato per diffondere servizi pubblici digitali facili da usare, sicuri e in grado di rispondere ai bisogni dei cittadini.

Che cos’è PagoPA? PagoPA è il sistema nazionale per i pagamenti elettronici a favore della Pubblica Amministrazione che punta a rendere più semplici, sicure e trasparenti tutte le transazioni verso la PA. PagoPA non è, come potrebbe sembrare dal nome, un portale per i pagamenti, ma una piattaforma che consente a cittadini e imprese di eseguire, tramite i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti, i pagamenti verso gli Enti pubblici in modalità standardizzata, sia online che offline.

In altre parole, si tratta di una piattaforma digitale attraverso la quale i Prestatori di Servizi di Pagamento aderenti, tra cui, solo per citarne alcuni, le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, Poste Italiane e i punti vendita convenzionati Mooney e PUNTOLIS, fanno da tramite tra cittadini/imprese e PA per eseguire pagamenti.

Le transazioni possono essere effettuate in modo semplice e immediato tramite canali fisici e online:

  • Pagamenti online
    • App IO: l’App, che semplifica l’interazione tra cittadini e servizi pubblici locali e nazionali, permette di effettuare pagamenti verso tutti gli Enti aderenti alla piattaforma PagoPA con la possibilità di scegliere il gestore delle transazioni più conveniente. Inoltre, con IO è possibile pagare qualunque avviso cartaceo emesso nel circuito PagoPA, inquadrando semplicemente il codice QR riportato sul bollettino o inserendo manualmente il codice di avviso. Per iniziare a utilizzare IO, è necessario registrarsi con le proprio credenziali SPID o, in alternativa, con la Carta d’Identità Elettronica (CIE);
    • Sul sito dell’Ente creditore: in questo caso basta seguire i passaggi richiesti e completare il pagamento tramite PagoPA. Inoltre, l’utente può scegliere il PSP che preferisce;
    • Servizio di home banking: basta accedere al portale della propria banca, cercare nel menù PagoPA e pagare con il proprio conto corrente;
    • App di pagamento: è possibile utilizzare anche la propria App di pagamento preferita, cercare nel menù PagoPA e inquadrare il codice QR per effettuare la transazione;
    • Servizi di pagamento online: PagoPA è integrato anche nei principali servizi di pagamento online che l’utente può utilizzare anche se non è loro cliente.
  • Pagamenti sul territorio:
    • Banca: presso le filiali aderenti o gli sportelli ATM;
    • Ufficio postale: utilizzando il codice QR PagoPA o il bollettino postale PA;
    • Esercenti convenzionati: nei bar, edicole, farmacie, ricevitorie, supermercati e tabaccherie convenzionati che espongono il logo PagoPA;
    • Posta Privata: è possibile pagare nelle agenzie che offrono servizi postali sul territorio.

Che cosa si può pagare con PagoPA?

Con PagoPA è possibile pagare:

  • Tributi
  • Tasse
  • Utenze
  • Rette
  • Quote associative
  • Bolli
  • Multe
  • Ammende
  • Sanzioni
  • Canoni
  • Qualsiasi tipo di pagamento verso le Pubbliche Amministrazioni centrali e locali, comprese le scuole, le università, le ASL, ma anche verso altri soggetti, come le aziende a partecipazione pubblica e i gestori di pubblici servizi.

Ogni pagamento è identificato univocamente dal codice IUV (Identificativo Unico di Versamento) che risponde agli standard stabiliti dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) e può essere generato solo dall’Ente creditore.

Per pagare con PagoPA sono necessari i dati anagrafici dell’utente, l’indirizzo mail, le credenziali di login (per i pagamenti effettuati tramite il sito web dell’Ente creditore o attraverso i servizi di home banking) e l’avviso PagoPA che include il codice IUV, il codice QR (per pagamenti sul territorio o tramite App).

Il livello di sicurezza delle operazioni effettuate tramite la piattaforma è garantito dalla conformità alle norme di sicurezza stabilite dalla Payment Card Industry (PCI) e dal rispetto dei requisiti sulla Strong Authentication previsti dalla PSD2 che devono essere soddisfatti da tutti i Prestatori di Servizi di Pagamenti aderenti al sistema PagoPA.

Quali sono i vantaggi offerti da PagoPA?

Ecco quali sono i principali vantaggi di PagoPA:

  • Sicurezza nei pagamenti e abolizione degli errori: la piattaforma e tutti i Prestatori di Servizi di Pagamento aderenti rispettano gli standard europei in materia di trattamento dei dati e tutela della privacy;
  • Operatività 24 ore al giorno per 365 giorni: la piattaforma è fruibile da qualsiasi device che disponga di una connessione a Internet;
  • Multicanalità integrata a livello nazionale: il sistema di pagamento è semplice, standardizzato, affidabile e utilizza molteplici canali di pagamento; Uniformità dell’avviso cartaceo e possibilità di avvisare il cittadino o l’impresa digitalmente sui canali che preferisce (notifiche sull’app o sul sito del PSP scelto, SMS o mail);
  • Certezza del debito dovuto: se l’importo varia nel tempo per interessi di mora o saldi parziali, PagoPA lo aggiorna in automatico:
  • Semplicità e velocità del processo: basta inserire il codice IUV per pagare e ricevere la quietanza liberatoria, ovvero la dichiarazione con la quale l’Ente attesta di ricevuto il pagamento;
  • Trasparenza nei costi di commissione: l’utente, prima di effettuare il pagamento, può confrontare i costi associati a ciascuna delle modalità disponibili e scegliere quella che preferisce per concludere l’operazione.