Digital transformation e digitalizzazione delle imprese: oneri e punti di forza

Tutti i vantaggi della digital transformation per le imprese

Che cos’è la digital transformation?

Lo sviluppo delle nuove tecnologie ha imposto una trasformazione dei modelli di business e oggi la digital transformation non rappresenta solo un’opportunità ma è un passaggio obbligato per tutte quelle aziende che vogliono migliorare il proprio business e restare competitive sul mercato.
Tuttavia, è importante ricordare che il concetto di digitalizzazione delle imprese non si limita solo all’impiego delle nuove tecnologie e alla dematerializzazione documentale ma implica un cambiamento di visione che mette in discussione i vecchi modelli operativi.

Infatti, per ottimizzare il business non basta digitalizzare i processi aziendali ma è necessario creare una vera e propria cultura digitale attraverso un insieme di cambiamenti tecnologici, organizzativi, sociali, culturali, creativi e manageriali. La digital trasformation va quindi oltre la semplice adozione di nuove tecnologie e crea connessioni tra persone, luoghi e cose, incentivando la trasparenza, la condivisione e l’inclusione di tutto l’ecosistema aziendale.

Secondo il manifesto di The Agile Elephant, la digital trasformation “comporta un cambiamento di leadership, un modo di pensare diverso, nuovi modelli di business ed un maggiore utilizzo della tecnologia per migliorare l’esperienza dei dipendenti, dei clienti, dei fornitori, dei partner e di tutte le parti interessate dell’organizzazione”.

Una definizione che accende i riflettori sull’importanza del capitale umano nell’evoluzione digitale delle imprese e sottolinea la necessità di operare un vero e proprio cambiamento culturale al fine di ridisegnare e migliorare i processi che governano il business.

Quali sono i 6 pilastri della digital trasformation?

Qual è il punto di partenza del processo di digitalizzazione delle imprese? Il primo step è operare un cambiamento della visione strategica all’interno dell’azienda e sviluppare la Digital Mindset, ovvero la predisposizione mentale ad accogliere le opportunità offerte dall’innovazione tecnologia allo scopo di migliorare i risultati aziendali.

Il secondo passo è definire una strategia basata sui sei pilastri che sorreggono la digital trasformation:

  1. Le persone: per affrontare il cambiamento sono fondamentali soft skills, competenze trasversali, agilità mentale e problem solving. Le imprese che vogliono raccogliere la sfida della digital innovation e restare competitive sul mercato devono investire sui propri dipendenti e selezionare i profili capaci di affrontare il cambiamento;
  2. L’innovazione: trasformazione e innovazione sono due termini spesso usati in modo interscambiabile ma non sono sinonimi. Infatti, per trasformare deve esserci innovazione e per creare qualcosa di nuovo e cambiare il volto del proprio business è necessario comunicare e collaborare;
  3. Il cambiamento: i manager devono essere in grado di fornire ai dipendenti gli strumenti necessari a gestire la trasformazione digitale dell’impresa. Inoltre, non va dimenticato che il concetto di cambiamento nella digital trasformation non ha una durata o un termine precisi poiché si tratta di un processo in continua evoluzione;
  4. La leadership: la digitalizzazione dell’impresa deve essere promossa e guidata dal CEO, una guida capace di comunicare sia con le persone all’interno dell’azienda (i dipendenti) che con quelle all’esterno (stakeholder e clienti);
  5. Customer Experience: la digital transformation consente alle imprese di controllare meglio i touchpoint lungo tutto il Customer Journey allo scopo di offrire ai propri clienti un’esperienza di acquisto multicanale e personalizzata;
  6. Cultura: la digital trasformation può realizzarsi solo se supportata da una cultura digitale che a sua volta si basa sulle esperienze delle persone e sull’innovazione.

Digital trasformation: gli attori del processo di digitalizzazione dell’impresa

Sono tre le figure all’interno dell’azienda a cui è affidato il compito di supervisionare e guidare il processo di digitalizzazione dell’impresa:

  1. CIO (Chief Information Officer): è il dirigente d’azienda responsabile della funzione aziendale information & communication technology. Risponde direttamente al CEO e il suo compito principale è la direzione strategica dei sistemi informativi che devono adattarsi al meglio ai processi aziendali e costituire un elemento di vantaggio competitivo a supporto delle attività di produzione;
  2. CDO (Chief Digital Officer): è il professionista che aiuta le imprese a convertire le attività analogiche in digitali, utilizzando le nuove tecnologie e i big data per raggiungere più rapidamente obiettivi di miglioramento e crescita aziendale. Il CDO ha competenze che spaziano tra vari ambiti, come management dell’impresa sociale, project management e ICT, e deve: analizzare e sviluppare le capacità digitali dell’azienda, gestire i processi tecnologici e digitali, stabilire delle metriche da seguire per prendere decisioni sempre comprovate dai dati, coinvolgere i membri del consiglio di amministrazione nei processi digitali e creare la cultura aziendale digitale interna che favorisca il cambiamento;
  3. CEO (Chief Executive Officer): l’amministratore delegato ricopre un ruolo chiave nel processo di digital trasformation poiché consente l’avvio del processo di digitalizzazione dell’impresa e definisce la strategia da adottare nel medio-lungo periodo.

Le competenze ICT (Information and Communications Technology) sono fondamentali nell’ambito della digital trasformation e tra le figure più richieste dalle aziende ci sono:

  • Digital marketing specialist;
  • Data Analyst;
  • Digital/Technology officer;
  • UI/UX Designer;
  • Content manager/Editor;
  • Ecommerce specialist;
  • Mobile developer;
  • Cloud Service Specialist.

I 10 vantaggi della digitalizzazione dell’impresa

Ecco quali sono i dieci vantaggi della digital trasformation:

  1. Aggiornamento delle competenze e delle conoscenze;
  2. Velocità di gestione del business, ottimizzazione dell’organizzazione produttiva e possibilità di entrare in nuovi mercati;
  3. Dematerializzazione, informatizzazione e Cloud Computing
  4. Risparmio di tempo, risorse e spazio;
  5. Automazione, virtualizzazione, flessibilità e velocità del lavoro grazie all’impiego dei nuovi strumenti tecnologici;
  6. Possibilità di vendere i propri prodotti tramite un e-commerce;
  7. Comunicare i valori aziendali attraverso diversi mezzi e linguaggi e aumentare la visibilità dei prodotti e servizi offerti attraverso l’uso dei Social Network e del blog aziendale
  8. Acquisire autorevolezza nel proprio settore e differenziarsi dai competitors;
  9. Interagire direttamente con il proprio pubblico, fidelizzare i clienti e cercarne di nuovi;
  10. Maggiore soddisfazione del cliente grazie a una Customer Experience sempre più personalizzata