Accesso Inps: lo SPID sostituisce il Pin per consultare i servizi

Portale Servizi Lavoro: novità sull'utilizzo dello SPID

Accesso Inps e SPID: la rivoluzione digitale della Pubblica Amministrazione

Lo SPID, acronimo di Sistema Pubblico d’Identità Digitale, ha completamente rivoluzionato il rapporto tra cittadini italiani e Pubblica Amministrazione e consente l’accesso unico, sicuro e protetto ai servizi online della PA, dei Paesi membri dell’Unione Europea e dei privati aderenti attraverso una credenziale unica che si attiva una sola volta ed è sempre valida. 

L’obiettivo del Sistema Pubblico d’Identità Digitale è rendere i servizi online facilmente fruibili: infatti, non sarà infatti più necessario creare un account per ciascun servizio e ricordare decine di password perché con SPID ne basta solamente una.

Gestito da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) con il coordinamento del Dipartimento per la Trasformazione digitale, lo SPID ha lo stesso valore di un documento d’identità ed è uno strumento semplice e sicuro che si può utilizzare da qualsiasi dispositivo (computer, tablet e smartphone) ogni volta che, su un sito o un’App di servizi, compare il pulsante “Entra con SPID”.

L’identità SPID è rilasciata dai cosiddetti Identity Provider (Gestori di Identità Digitale), soggetti privati accreditati da AgID, che forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti. L’utente può richiedere l’identità SPID al gestore che preferisce e che più si adatta alle sue esigenze.

Il gestore, dopo aver verificato i dati, emette l’identità digitale e rilascia delle credenziali, strettamente personali, con caratteristiche differenti in base al livello di sicurezza richiesto dalla Pubblica Amministrazione o dai privati aderenti per l’accesso ai loro servizi:

  • Primo livello: permette di accedere ai servizi online attraverso un nome utente e una password scelti dall’utente;
  • Secondo livello: permette l’accesso con nome utente e password più un codice temporaneo di accesso OTP (One Time Password), fornito tramite SMS o app;
  • Terzo livello: prevede l’utilizzo di ulteriori soluzioni di sicurezza e di eventuali dispositivi fisici, come ad esempio una smart card, che vengono erogati dal gestore dell’identità.

– «Non hai ancora lo SPID? Attivalo ora con Namirial in modo semplice, rapido e sicuro»

Addio al PIN: come cambia l’accesso Inps a partire dal 1° settembre 2021?

L’INPS (Istituto nazionale della previdenza sociale), attraverso la circolare n°95 del 2 luglio 2021 pubblicata sul proprio sito, ha comunicato l’avvio del processo di dismissione del PIN in favore dei nuovi strumenti di identificazione digitale, ovvero SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di Identità Elettronica) e CNS (Carta Nazionale dei Servizi), per l’autenticazione e l’accesso ai servizi web dell’Istituto.

Per assicurare una più graduale transizione dal PIN verso l’utilizzo di credenziali SPID, CIE e CNS, l’accesso Inps tramite PIN ai servizi online con profili diversi da quello di cittadino non sarà più consentito a partire dal 1° settembre 2021.

L’Istituto specifica che, al fine di non interrompere gli adempimenti connessi alla propria attività lavorativa, gli utenti che operano in qualità di intermediario, azienda, associazione di categoria, Pubblica Amministrazione, professionista esercente l’attività di medico o di avvocato, eccetera, dovranno dotarsi di una credenziale SPID di livello non inferiore a 2 o della CIE (con relativo PIN) o di una CNS entro il mese di agosto 2021.

L’INPS, inoltre, si riserva la possibilità di inibire progressivamente l’accesso attraverso il proprio PIN agli utenti che risultano già dotati di una delle credenziali sopra citate (SPID, CIE e CNS).

Dal 1° ottobre 2020, come comunicato con la circolare n° 87 del 17 luglio 2020, l’Istituto non rilascia più nuovi PIN fatta eccezione per le seguenti categorie di utenti che potranno continuare a rinnovare il proprio PIN nel modo usuale:

  • Minori di diciotto anni;
  • Persone che non hanno documenti di identità italiana;
  • Persone soggette a tutela, curatela o amministrazione di sostegno.

L’identità digitale è una componente fondamentale del processo di digitalizzazione che semplifica la vita di cittadini e imprese nell’interazione con la Pubblica Amministrazione. Inoltre, l’uso degli strumenti di autenticazione previsti dal Codice dell’Amministrazione Digitale (decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82) assicura un accesso sicuro e veloce, garantendo agli utenti un servizio omogeneo su tutto il territorio nazionale.

Quali sono i soggetti che possono richiedere lo SPID e come ottenerlo?

L’AgID, attraverso il proprio sito, ha comunicato che nel novembre 2019 tutti i Gestori di Identità Digitale si sono impegnati a fornire per sempre le credenziali SPID di livello 1 e 2 ai cittadini gratuitamente. 

Come si ottengono le credenziali SPID? Possono attivare lo SPID, rivolgendosi a uno dei gestori dell’identità digitale e scegliendo una tra le diverse modalità di riconoscimento, tutti i cittadini maggiorenni in possesso di:

  • Un indirizzo e-mail;
  • Il numero di telefono del cellulare normalmente utilizzato;
  • Un documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente);
  • Tessera sanitaria con codice fiscale.

Inoltre, possono richiedere lo SPID:

  • I cittadini italiani residenti all’estero e iscritti all’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero (AIRE);
  • I cittadini stranieri residenti in Italia con permesso di soggiorno e in possesso di un documento di riconoscimento italiano (come ad esempio la carta di identità) in corso di validità.

L’elDup, invece, è lo SPID per uso professionale dedicato ai professionisti con Partita Iva e alle imprese e si divide in:

  • elDup ad uso professionale per persona fisica (elDup PF): è lo SPID riservato ai liberi professionisti. L’elDup PF è l’identità̀ digitale che contiene gli attributi della persona fisica a cui sono state rilasciate le credenziali di autenticazione (nome, cognome, codice fiscale, etc);
  • elDup ad uso professionale per persona giuridica (elDup PG): è lo SPID rilasciatoalla persona fisica che opera per conto di una persona giuridica. L’elDup PG è l’identità̀ digitale che contiene gli attributi della persona giuridica e della persona fisica cui sono state rilasciate le credenziali di autenticazione.

Le soluzioni Namirial per lo SPID Personale e Professionale

Namirial, Identity Provider accreditato per il rilascio dell’identità digitale, permette di ottenere le credenziali SPID Personale e SPID Professionale in modo facile, veloce e in pochissimo tempo.

Namirial ID è un set di credenziali, username, password ed eventuale OTP, generate da Namirial che corrispondono all’identità digitale di un utente e servono per accedere ai servizi delle Pubbliche Amministrazioni e ai privati che aderiscono al Sistema Pubblico d’Identità Digitale.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche e i costi delle soluzioni offerte da Namirial:

  • SPID Personale: è possibile attivare SPID Personale gratuitamente se hai CIE/CNS con PIN e lettore smart card o un certificato di Firma Digitale;
  • SPID Personale con Video Identificazione: è possibile attivare SPID 24 ore su 24, anche sabato e domenica. È sufficiente una connessione a internet, lo smartphone o una webcam, un documento di riconoscimento e la tessera sanitaria. Il costo del servizio di video-identificazione è di 19,00 € + IVA;
  • SPID per i Professionisti: SPID Professionale di Tipo 3 è l’identità digitale necessaria per accedere ai servizi professionali in cui è necessario conoscere l’appartenenza di un professionista (ad esempio: il soggetto è un avvocato o un medico). È riservato a tutti i liberi professionisti e/o Partite IVA e può essere utilizzato per gestire i rapporti della propria attività sia con i clienti che con gli Enti pubblici o privati. La procedura di attivazione permette di attivare il nuovo SPID Professionale (Video Identificazione inclusa nel prezzo) o di aggiornare uno SPID Personale attivato in precedenza con Namirial. Lo SPID Professionale ha la durata di uno o due anni dall’attivazione in base al numero di anni che si sceglie di acquistare. Alla scadenza, se l’utente decide di non rinnovarlo, lo SPID Professionale tornerà ad essere uno SPID Personale di Tipo 1. Il prezzo annuale per lo SPID Professionale è di 35,00 euro, mentre per due anni il prezzo è di 70,00 € + IVA.

– «Attiva lo SPID come e quando vuoi. Creare la tua identità digitale con Namirial ID è semplicissimo»