Carta del docente: che cos’è, a cosa serve e come usufruire dei bonus

Carta del docente: che cos'è, a cosa serve e come usufruire dei bonus

Che cos’è la Carta del docente?

Il bonus docenti, o Carta del docente, è una iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) prevista dalla legge Buona Scuola (legge 107/2016), art. 1 comma 121, che istituisce la Carta Elettronica con l’obiettivo di agevolare l’aggiornamento e la formazione dei docenti delle istituzioni scolastiche.

Chi sono i beneficiari della Carta del docente? Il bonus spetta ai docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute (art. 514 del Dlgs.16/04/94, n.297e successive modificazioni), i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all’estero e delle scuole militari.

Qual è l’importo del bonus docenti e come può essere speso?

La Carta del docente è un bonus che consente agli insegnanti di spendere fino a 500 euro per la loro formazione personale e l’acquisto di:

  • Libri e testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • Iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  • Iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • Titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • Iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015 (Buona Scuola).

– «Non hai ancora lo SPID? Attivalo ora con Namirial in modo semplice, rapido e sicuro»

Come si usa la Carta del docente e quali sono i passaggi per creare il primo buono?

Per usufruire del bonus docenti è necessario registrarsi sul portale istituzionale cartadeldocente.istruzione.it che permette ai docenti di spendere l’importo assegnato utilizzando voucher elettronici per l’acquisto dei beni o dei servizi previsti.

Vediamo quali sono i passaggi per iniziare ad usare l’applicazione web e creare il primo voucher:

  • Accedere alla pagina “crea buono” accessibile dal menu principale;
  • Scegliere se acquistare di persona oppure online presso un esercente o un ente di formazione aderente all’iniziativa;
  • Scegliere il bene/servizio che si desidera acquistare;
  • Inserire l’importo del buono corrispondente al prezzo del bene o servizio che si vuole acquistare;
  • Il buono creato sarà accompagnato da un codice identificativo (QR code, codice a barre e codice alfanumerico) che dovrà essere salvato sul proprio dispositivo (ad esempio: lo smartphone) oppure stampato per utilizzarlo online o per presentarlo all’ esercente o all’ente aderente all’iniziativa al fine di ottenere il bene/servizio scelto.

Con la Carta del docente è possibile:

  • Creare uno o più buoni dell’importo che vuoi fino a un massimo complessivo del tuo portafoglio;
  • Vedere i buoni creati e pronti da spendere;
  • Vedere i buoni già spesi;
  • Verificare quanto ancora puoi spendere.

Carta del docente e SPID: che cos’è il Sistema Pubblico di Identità Digitale?

Per effettuare l’accesso al portale istituzionale cartadeldocente.istruzione.it è indispensabile il codice SPID che consente di accedere all’area riservata e richiedere l’emissione del buono. In questo modo è possibile trasmettere il codice generato all’esercente, che provvederà a richiedere l’apposito rimborso presso il sistema telematico del Miur.

Che cos’è lo SPID? SPID, acronimo di Sistema Pubblico d’Identità Digitale, è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione con un’identità digitale unica. L’identità digitale è costituita da credenziali (username e password) strettamente personali che l’utente deve utilizzare tutte le volte che vorrà accedere a Carta del docente. 

Per richiedere e ottenere le credenziali SPID sono necessari: 

  • Un documento di identità valido;
  • La tessera sanitaria con il codice fiscale;
  • Un indirizzo email;
  • Il numero di telefono del cellulare normalmente utilizzato.

Lo SPID è un sistema semplice e sicuro che può essere utilizzato da qualsiasi dispositivo (computer, tablet e smartphone) e ha lo stesso valore di un documento d’identità nello svolgimento di pratiche amministrative online.

L’identità SPID è rilasciata dai cosiddetti Identity Provider (Gestori di Identità Digitale), soggetti privati accreditati da AgID, che forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti. L’utente può richiedere l’identità SPID al gestore che preferisce e che più si adatta alle sue esigenze.

SPID Namirial: la soluzione per utilizzare la Carta del docente

Namirial, Identity Provider accreditato per il rilascio dell’identità digitale, permette di ottenere le credenziali SPID Personale e SPID Professionale in modo facile, veloce e in pochissimo tempo.

Namirial ID è un set di credenziali, username, password ed eventuale OTP, generate da Namirial che corrispondono all’identità digitale di un utente e servono per accedere ai servizi delle Pubbliche Amministrazioni e ai privati che aderiscono al Sistema Pubblico d’Identità Digitale.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche e i costi delle soluzioni offerte da Namirial:

  • SPID Personale: è possibile attivare SPID Personale gratuitamente se hai CIE/CNS con PIN e lettore smart card o un certificato di Firma Digitale;
  • SPID Personale con Video Identificazione: è possibile attivare SPID 24 ore su 24, anche sabato e domenica. È sufficiente una connessione a internet, lo smartphone o una webcam, un documento di riconoscimento e la tessera sanitaria. Il costo del servizio di video-identificazione è di 19,00 € + IVA;
  • SPID per i Professionisti: SPID Professionale di Tipo 3 è l’identità digitale necessaria per accedere ai servizi professionali in cui è necessario conoscere l’appartenenza di un professionista (ad esempio: il soggetto è un avvocato o un medico). È riservato a tutti i liberi professionisti e/o Partite IVA e può essere utilizzato per gestire i rapporti della propria attività sia con i clienti che con gli Enti pubblici o privati. La procedura di attivazione permette di attivare il nuovo SPID Professionale (Video Identificazione inclusa nel prezzo) o di aggiornare uno SPID Personale attivato in precedenza con Namirial. Lo SPID Professionale ha la durata di uno o due anni dall’attivazione in base al numero di anni che si sceglie di acquistare. Alla scadenza, se l’utente decide di non rinnovarlo, lo SPID Professionale tornerà ad essere uno SPID Personale di Tipo 1. Il prezzo annuale per lo SPID Professionale è di 35,00 euro, mentre per due anni il prezzo è di 70,00 € + IVA.

– «Attiva lo SPID come e quando vuoi. Creare la tua identità digitale con Namirial ID è semplicissimo»