SPID cittadini stranieri: ecco come richiederlo

SPID cittadini stranieri: ecco come richiederlo

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale non è solo uno strumento per i cittadini italiani. Anche lo SPID cittadini stranieri ha la sua importanza. Scopriamo il perché.

Lo SPID e l’attivazione della propria identità digitale assumono un carattere significativo non solo per i cittadini nati – e residenti – sul territorio italiano. Allo stesso tempo lo è per i cittadini stranieri, che non sono nati Italia, ma che nel nostro Paese vivono e lavorano.

Lo SPID cittadini stranieri, al pari dello SPID attivato dai cittadini italiani, ha ovviamente la medesima funzione e gli stessi vantaggi, per quanto riguarda, ad esempio, il rapporto con la Pubblica Amministrazione o in quei processi di accesso ai servizi digitali.

Che cos’è lo SPID? Lo SPID è il sistema di autenticazione che permette a cittadini (ed imprese) di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione con un’identità digitale unica.

L’identità SPID è costituita da credenziali (username e password) strettamente personali che hanno caratteristiche differenti in base al livello di sicurezza richiesto per accedere al servizio:

  1. Primo livello: permette di accedere ai servizi online attraverso un nome utente e una password scelti dall’utente;
  2. Secondo livello: permette l’accesso con nome utente e password più un codice temporaneo di accesso OTP (One Time Password), fornito tramite SMS o app;
  3. Terzo livello: prevede l’utilizzo di ulteriori soluzioni di sicurezza e di eventuali dispositivi fisici, come ad esempio una smart card, che vengono erogati dal gestore dell’identità.

Come attivare lo SPID cittadini stranieri?

Il primo caso, quello più comune, è relativo ai cittadini stranieri che vivono in Italia. Se sei uno straniero che si trova nel nostro Paese – come indicato dal sito dedicato al servizio SPID del Governo italiano – per ottenere l’abilitazione al Sistema Pubblico di Identità Digitale devi essere in possesso di un documento di riconoscimento italiano (ad esempio: carta di identità), in corso di validità, nonché del tesserino del codice fiscale, un’e-mail ed un cellulare ad uso personale.
Se, invece, sei in possesso di un permesso di soggiorno puoi, innanzi tutto, richiedere la carta di identità italiana, che dovrai presentare nella prima fase di richiesta di attivazione dello SPID. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile verificare la procedura idonea per ottenere il codice fiscale.

Questo significa, sostanzialmente, che per ottenere lo SPID il permesso di soggiorno – ovvero il titolo documentale che autorizza la presenza dello straniero sul nostro territorio nazionale e ne documenta la regolarità, costituendone il presupposto per una richiesta di residenza di medio o lungo periodo – non è sufficiente. È la carta d’identità a rappresentare presupposto essenziale. Lo stesso vale per i cittadini stranieri che non risiedono nel nostro Paese.

Se sei un cittadino straniero in possesso di tutti i documenti necessari all’attivazione dello SPID, ecco come puoi fare:

  • Presso uno degli uffici di gestione dell’identità digitale come ad esempio gli Uffici postali
  • Grazie ad un operatore messo a disposizione, via webcam o con un selfie audio-video, da un operatore di gestori abilitati, a fronte un versamento corrispondente al costo del servizio
  • Tramite Carta d’identità elettronica (CIE)
  • Con Passaporto elettronico
  • Tramite CNS (Carta Nazionale dei Servizi)
  • Mediante la Firma digitale

SPID cittadini stranieri. A cosa serve

Grazie allo SPID cittadini stranieri è possibile accedere a numerosi servizi ed applicazioni della Pubblica Amministrazione, come il sito dell’Inps al fine di richiedere l’iscrizione come lavoratore domestico, il sito dell’Agenzia delle Entrate per versamenti o per il pagamento delle imposte o per accedere alle principali piattaforme erogatrici di prestazioni sanitarie: accesso al fascicolo elettronico, ritiro di referti online, richiesta del Green Pass.

SPID Namirial con Video Riconoscimento: i documenti necessari e i costi del servizio

Durante la sessione di Video Riconoscimento l’utente dovrà disporre di:

  • Documento di identità emesso da autorità italiana (Carta Identità / Patente / Passaporto) in originale ed in corso di validità, privo di protezioni plastiche, integro, leggibile e completo di fotografia. Il documento esibito dovrà essere il medesimo inserito in fase di registrazione online;
  • Tessera sanitaria in originale e in corso di validità (o documento sostitutivo)
  • Cellulare (lo stesso inserito in fase di registrazione)
  • E-mail (la stessa inserita in fase di registrazione)

Il servizio è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni (inclusi festivi) e ha un costo di 19,90 € + IVA.